16 dicembre: seminario in Bocconi con l’Avv. d’Ammassa sul futuro delle società di gestione collettiva

Il prossimo 16 dicembre alle ore 18 l’Avv. Giovanni d’Ammassa terrà un breve seminario in Bocconi dal titolo “Quale futuro per le società di gestione collettiva del diritto d’autore”

Seminario della “IP and Competition Seminar Series – Fall 2013” a cura di Angelo Sraffa Department of Legal Studies dell’Università Bocconi e ASK – Art, Science and Knowledge.

ore 18
via Röntgen 1
Room 1 c3 01

Quale futuro per le società di gestione collettiva del diritto d’autore
Giovanni d’Ammassa
Avvocato in Milano

Per informazioni:

Angelo Sraffa Department of Legal Studies
tel. 02 5836.5221/5231

ASK
Art, Science and Knowledge
tel. 02 5836.3710

 

Pubblicato nella “Rivista di diritto industriale” un commento a una nostra sentenza

E’ stata pubblicata a pag. 290 della “Rivista di diritto industriale”, 2013, IV/V, parte II (Giuffrè) la sentenza del Tribunale di Torino, Sezione specializzata  in materia di proprietà intellettuale ed industriale, la sentenza del 27 gennaio 2012 ottenuta dal nostro studio in tema di tutela di cartine geografiche, pubblicazione illecita delle stesse su web, responsabilità del titolare del sito web, criterio del prezzo del consenso per la quantificazione del risarcimento del danno.

Il commento è a cura dell’Avv. Annalaura Avanzi.

European Enterprise Promotion Awards: il progetto Incredibol! a Vilnius tra i 19 finalisti

Il traguardo degli European Enterprise Promotion Awards (EEPA – Premi Europei per la promozione di impresa) è sempre più vicino per Incredibol! – l’Innovazione Creativa di Bologna: il progetto, del quale il nostro studio legale è partner, è infatti arrivato alla fase finale di selezione dei Premi europei per la promozione d’impresa ed è quindi in shortlistinsieme ad altri 18 progetti provenienti da 15 Paesi dell’Unione Europea.
Il risultato raggiunto appare particolarmente entusiasmante se si considerano “i numeri” dell’edizione 2013 degli EEPA: quest’anno sono infatti state presentate diverse centinaia di candidature provenienti da ben 26 Stati membri dell’Unione Europea. Tra queste, in una prima fase di selezione Incredibol! era già stato scelto come uno dei 53 national winners degli EEPA insieme al progetto campano Creative Clusters. Ora, a seguito della seconda e ultima fase di selezione, il progetto è stato ulteriormente selezionato come unico progetto italiano tra i 19 in shortlist ed ha pertanto raggiunto un risultato d’eccellenza nel panorama europeo.
In particolare, il progetto Incredibol! è uno dei quattro progetti selezionati per la categoria sviluppo dell’ambiente imprenditoriale che riconosce le politiche innovative di livello nazionale, regionale o locale che promuovono e agevolano le imprese, soprattutto di piccole e medie dimensioni.
Il vincitore assoluto della categoria sviluppo dell’ambiente imprenditoriale sarà decretato il 25 novembre prossimo a Vilnius da Antonio Tajani, Commissario Europeo per l’Industria e l’Impresa, durante l’Assemblea Europea delle Piccole e Medie Imprese (SME Assembly).
Saranno inoltre premiati i vincitori delle altre cinque categorie considerate quest’anno per gli EEPA: promozione dello spirito imprenditoriale; investimento nelle competenze imprenditoriali ; sostegno all’internazionalizzazione delle imprese; sostegno allo sviluppo dei prodotti verdi e dell’efficienza delle risorse; imprenditorialità responsabile e inclusiva . Inoltre, un unico progetto tra i 19 in shortlist riceverà anche il prestigioso Grand Jury Prize. In rappresentanza del Comune di Bologna, prenderanno parte alla cerimonia di premiazione Mauro Felicori, Capo del Dipartimento di Economia e Promozione della Città, e Giorgia Boldrini, ideatrice e referente del progetto Incredibol!.

Incredibol! è un progetto di sostegno alle professioni creative in Emilia-Romagna promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con un vasto partenariato pubblico-privato, che si sviluppa per l’edizione 2013 all’interno della collaborazione tra Regione EmiliaRomagna – Direzione Attività Produttive, Commercio, Turismo – e Comune di Bologna – Dipartimento Economia e Promozione della Città – sul progetto “Giovani, multimedialità e design: il Distretto della Multimedialità e della creatività”, in coerenza con quanto previsto nell’accordo “Giovani evoluti e consapevoli 2” (GECO 2) sottoscritto tra Regione EmiliaRomagna e Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù.

Maggiori informazioni sul progetto sono reperibili sul sito www.incredibol.net.

Collaborano al progetto: Accademia di Belle Arti di Bologna, ARCI Bologna, Associazione Made Artis Communicatio, consorzio ASTER, BAN – Business Angels Network, Capitale Cultura, CNA Bologna, Fare Lavoro, Fondazione ATER Formazione, Fondazione Cineteca di Bologna, Gruppo Ingegneria Gestionale, HiBo, Istituto Italiano Imprenditorialità, Legacoop Bologna, Ordine degli Architetti della Provincia di Bologna, PerMicro spa, Progetti d’impresa – Provincia di Bologna, Progetti per l’impresa – Comune di Bologna, Studio Capizzi, Studio Legale Cappelletti, Studio Legale d’Ammassa & Associati, Università di Bologna.

Per informazioni su Incredibol!:
+39 051 219 5951
incredibol@comune.bologna.it
www.incredibol.net
facebook.com/incredibol
twitter.com/incredi_bol

Per informazioni sui Premi europei per la promozione d’impresa:
Awards Secretariat & Press Office
eu.enterprise.promotion.awards@hanovercomms.com
+44 (0)207 400 8995
www.ec.europa.eu/enterprise/policies/sme/best-practices/european-enterpriseawards/2012/index_en.htm
twitter.com/EEPA_it
facebook.com/European.Enterprise.Promotion.Awards
www.youtube.com/user/PromotingEnterprise

Tribunale di Milano, Sezione Specializzata: sentenza di condanna per arricchimento senza causa

Il Tribunale di Milano, Sezione specializzata in materia di impresa, con sentenza n. 10198/2013 ha condannato un’azienda del milanese a pagare, a favore degli attori, una discreta somma di danaro per arricchimento senza causa ex art. 2041 c.c., per aver utilizzato i segni grafici, i marchi e altro materiale distintivo, che gli attori, assistiti dagli Avv.ti d’Ammassa e Pellegrino, avevano realizzato per un’altra società senza ricevere alcun compenso.

La società committente era stata liquidata e aveva ceduto i marchi e gli altri segni distintivi alla società condannata.

Con sentenza parziale n. 8275/2011 il Tribunale aveva giù statuito, nella medesima causa, che “trova accoglimento l’azione esercitata ex art. 2041 c.c. (arricchimento senza causa) da parte del prestato d’opera, che non abbia ricevuto alcun compenso per la cessione dei diritti di proprietà industriale e intellettuale delle opere a lui commissionate, nei confronti del terzo cessionario“.

Presentata la bozza del Codice Deontologico del Musicista Professionista elaborata da Note Legali

E’ stata presentata ufficialmente in occasione del Music Italy Show di Bologna la prima bozza del Codice Deontologico del Musicista Professionista, l’iniziativa di Note Legali volta alla creazione di una carta di valori che unisca la categoria sotto principi comuni, stabilendo le regole di comportamento da rispettare e far rispettare per valorizzare il lavoro del musicista.

Alla presentazione hanno partecipato rappresentanti degli artisti, dei sindacati e della politica.
Il Presidente di Note Legali Andrea Marco Ricci ha ricordato, illustrando il codice, che l’iniziativa è “coraggiosa, pericolosa, difficile. Al momento il Codice non prevede sanzioni, non fino a quando non si terminerà l’iter per costruire un’associazione di professionisti come la legge 4/2013 prescrive, ma si pone come una “carta specchio” che vuole invitare la categoria a riflettere sul proprio comportamento, farlo proprio, aprire un confronto tra colleghi, divulgarlo ai propri studenti. Non potendo definire univocamente cosa sia un professionista (la legge non lo definisce, e il dizionario italiano descrive come professionista chi vive di un mestiere, mentre noi sappiamo che chi fa musica, spesso svolge anche più di un lavoro), la carta si rivolge a coloro che vogliano trarre una qualunque retribuzione, anche minima dalla propria arte: questo rappresenta probabilmente la differenza tra il dilettante e il professionista (o aspirante tale); chi voglia guadagnare facendo musica deve avere un comportamento professionale, perché in quel momento rappresenta la categoria“.

L’iniziativa, sviluppata all’interno dell’Associazione Note Legali, è certamente aperta a migliorie e alla partecipazione di tutti.
Claudio Formisano, presidente di DISMA Musica (Associazione Italiana dei Produttori e Distributori di Strumenti Musicali) ha elogiato l’iniziativa, ritenendo che “oggi più che mai il mondo della musica necessiti di un punto di vista a 360 gradi”. Michele Massimo Pontoriero, Segretario Generale del Sindacato S&C – Spettacolo e Comunicazione FeLSA CISL ha dato disponibilità a proseguire il lavoro nel senso indicato dalla riforma delle libere professioni, descrivendone le tappe essenziali.
Massimo Varini, chitarrista, autore e produttore di fama internazionale, ne ha apprezzato e condiviso il contenuto, in quanto ritiene che “i musicisti debbano essere i primi a rispettare il lavoro dei propri colleghi, in particolare nell’ambito del diritto d’autore, verso il quale in Italia vi è una grave mancanza culturale“.
Michela Montevecchi (M5S), membro della Commissione Cultura del Senato, ha elogiato la presenza anche nel nostro settore della “questione morale”, dell’etica, dei valori, ricordando come questo sia il primo passo necessario per i cambiamenti. Inoltre ha enfatizzato la necessità di una maggiore attenzione della categoria anche nell’ambito didattico, e ha mostrato grande interesse verso i numerosi interventi sottoposti dai presenti sulle problematiche che vive il settore musicale.

Nei prossimi giorni verranno avviate iniziative di condivisione attraverso i social network e il web. Nel frattempo, la bozza del Codice presentata è disponibile a questo link, ed è sempre attivo il Forum di discussione di Note Legali, oltre alla pagina del sito dedicata.

Incredibol! selezionato per rappresentare l’Italia a Bruxelles in occasione degli European Enterprises Promotion Awards

Incredibol!, del quale SLDA è partner, è tra i due progetti selezionati per rappresentare l’Italia a Bruxelles in occasione degli European Enterprises Promotion Awards (Premi europei per la promozione d’impresa).

Si tratta di un traguardo importante di livello internazionale; i Premi europei per la promozione d’impresa infatti identificano e riconoscono le iniziative più efficaci per la promozione dell’impresa e dell’imprenditorialità in Europa, evidenziano le migliori politiche e pratiche nel campo , sensibilizzano sul valore aggiunto rappresentato dall’imprenditorialità responsabile e incoraggiano e ispirano potenziali imprenditori.

In riferimento alle sei categorie considerate per il 2013 dai Premi europei per la promozione d’impresa, il progetto Incredibol! è stato selezionato per la categoria sviluppo dell’ambiente imprenditoriale che riconosce le politiche innovative di livello nazionale, regionale o locale che promuovono e agevolano le imprese, soprattutto di piccole e medie dimensioni.

Il fatto che Incredibol! sia stato selezionato per la categoria che più sottolinea l’importanza di un favorevole ambiente imprenditoriale, evidenzia il ruolo fondamentale che nel progetto ha la rete di partner pubblici e privati per la creazione di un ambiente virtuoso diffuso.

http://www.incredibol.net/

http://www.emiliaromagnastartup.it/creative